GIORE’ AL “PREMIO NILLA PIZZI” INCONTRA IL DIRETTORE ARTISTICO E PRODUTTORE DISCOGRAFICO VINCENZO CAMPOREALE

E mentre il suo nuovo singolo “BENE O MALE”, impazza nelle radio di tutta Italia, ecco che il nome di Giorè, compare fra gli artisti che hanno preso parte alla prima edizione del “PREMIO NILLA PIZZI” Un concorso canoro ideato da Lele Mora, patron del festival, il quale per ben 30 anni ha collaborato proprio con Nilla Pizzi, che poco prima della sua morte, ha espresso verso di lui, il grande desiderio di portare avanti il suo nome. Un concorso volto alla promozione di giovani interpreti e cantautori, il quale rappresenta l’intento di esaudire le ultime volontà di una grande artista e insieme di renderle la dovuta memoria. Abbiamo per l’occasione intervistato il direttore artistico del Premio, Vincenzo Camporeale, il quale, grazie alla sua esperienza, non solo come musicista e polistruemtentista, ma anche come produttore discografico, ha coordinato assieme al consulente di gara Fabrizio Frigene, un Festival degno di destare l’attenzione degli addetti ai lavori e degli esperti in campo musicale.

Un grazie anticipato per averci concesso questa intervista, Le chiedo innanzitutto quali sono gli obbiettivi del Premio Nilla Pizzi

Si tratta di una sorta di contest canoro, in cui però, a differenza di tutti gli altri talent, non prevede nessuna esclusione dando ampio spazio ai partecipanti, i quali ritornano e si ripropongono al pubblico presente. E’ naturale infatti e risaputo, che spesso e volentieri l’emozione del palcoscenico può compromettere la l’esibizione di un artista ancora agli esordi, quando invece, l’esperienza e la possibilità di poterci riprovare, garantiscono una presa di sicurezza e una maggior fiducia in se stessi.

Un’opportunità quindi per i giovani talenti e per tutti quei ragazzi che sognano di fare del canto il proprio mestiere…

Esattamente…il Premio nasce proprio con l’intento di valorizzare la musica italiana e di dare la maggior visibilità possibile ai ragazzi che vi partecipano. Abbiamo per questo riservato una serie di incontri, in cui i partecipanti possono proporre una cover ma anche un loro inedito, si tratta infatti di un contest aperto sia agli interpreti che ai cantautori, senza alcuna distinzione di genere, dando anche spazio al Rap.

Dopo una serie di tappe, tutte svoltesi a UAPPALA GRAND HOTEL di Salsomaggiore Terme, la struttura che ha ospitato per 50 anni  Miss Italia, quando si terrà la serata finale?

Le selezioni proseguiranno per tutta la stagione estiva, mentre la finalissima si terrà agli ultimi di settembre, durante la quale si avranno le performance dei 20 migliori talenti. Da ricordare poi che tale serata finale sarà anche trasmessa sulle reti mediaste di La5.

Un’occasione in più quindi, per questi giovani talenti di farsi notare dagli esperti, ma che da un pubblico sempre più ampio…

Proprio così, contando poi che ci sarà un premio finale per il vincitore, ovvero un contratto discografico con la mia etichetta STAY RECORD, per il secondo classificato un contratto della durata di 6 mesi, e per il terzo la produzione di un brano.

Ma non finisce qui, in quanto abbiamo in programma anche la realizzazione di una compilation contenente le 30 migliori interpretazioni, che sarà acquistabile poi su tutti i digital store.

Il concorso è alla sua prima edizione, ma ci auguriamo che il successo e l’ottimo riscontro che sta ottenendo, sia per l’alto livello dei talenti proposti, sia per l’ottimo feedback da parte del pubblico, dia la possibilità di rinnovare l’appuntamento per l’anno avvenire, riuscendo così nell’intento fin da principio auspicato e dal quale è partita l’idea del concorso, che un premio rappresentante il nome di un’artista, come Nilla PIzzi che ha prefigurato uno stile di canto perseguito ancora oggi da cantautori ed interpreti, , risponda anche all’esigenza di trasmettere un modello di riferimento per i giovani che intraprendono questa strada.

Sonia Bellin

Precedente Runaway Totem, l'intervista Successivo SE FOSSI…..LUIGI PETRUZZI E IL SUO ULTIMO SINGOLO